(APPROVATA dal Consiglio Grande e Generale il 13/09/2023) Istanza d'Arengo affinché sia rappresentato in Centro Storico un segno simbolico in favore delle persone LGBT

Istanza d'Arengo
Eccellentissimi Capitani Reggenti,

nel semestre che include la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia del 17 maggio, i sottoscritti cittadini firmatari, convinti che la diversità sia un valore e consapevoli delle problematiche a cui deve far fronte chi è discriminato per il proprio orientamento sessuale oppure, casi ancor più pesanti e complessi, quando alle stesse problematiche se ne sommano altre legate alla disabilità o al genere, alla religione, all’etnia ecc. (le cosiddette discriminazioni multiple), chiedono al Consiglio Grande e Generale di esprimersi circa la richiesta di seguito descritta.

Nonostante siano passati oltre trenta anni da quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha cancellato l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali, il pregiudizio, l’intolleranza e le discriminazioni verso il mondo LGBT sono ancora lontane dall’essere pienamente rimosse.

La Repubblica di San Marino in diversi passaggi e atti formali, ha più volte affermato e dimostrato, il proprio impegno per la costruzione di una società inclusiva, per il pieno riconoscimento dei diritti e per il contrasto e la prevenzione di ogni tipo di discriminazione e di violenza. Il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, ad esempio, è uno degli ultimi atti a conferma di ciò.

E’ fondamentale, anche per rendere migliori le Leggi che regolano il nostro Stato e la nostra Comunità, il lavoro costante e continuo di sensibilizzazione per rinnovare con forza il valore della solidarietà, la memoria dell’antifascismo, per contrastare l’odio, il razzismo, l’intolleranza, facendo conoscere a tutti, temi che a volte ignoriamo o pensiamo troppo lontani dalla nostra esperienza personale.

Libertà, democrazia, accoglienza, sono tra i principali baluardi valoriali su cui sono fondate le tradizioni e soprattutto la storia millenaria della Repubblica di San Marino.

Pensiamo, pertanto, che anche un atto molto semplice e simbolico quale la tinteggiatura di una panchina, di un marciapiede o un tratto di strada del Centro Storico con i colori dell'arcobaleno, possa rappresentare in modo permanente, anche nei confronti dei visitatori, un segno di sensibilità, di rispetto e di sostegno dei diritti delle persone LGBT.

Confidando in un favorevole accoglimento, si porgono deferenti ossequi.

Seguono firme